LESSICO RAFI

CONCETTI DAL MONDO DELL’INSERIMENTO DI DATI

In ordine alfabetico troverete qui informazioni sui nostri prodotti e sui nostri processi insieme ad abbreviazioni, norme e dimensioni specifiche del settore. Se desiderate ricercare un determinato concetto, potete farlo con la massima comodità usando la nostra ricerca di termini specifici.

1

16,2 mm

Apertura di incasso come da IEC 60947-5-1

2

22,3 mm

Apertura di incasso come da IEC 60947-5-1

3

30,5 mm

Apertura di incasso come da IEC 60947-5-1

9

9,2 mm

È una dimensione di montaggio tipica della RAFI. A partire da una profondità di incasso di 9,2 mm dietro alla superficie del pannello frontale è possibile posizionare il circuito stampato che può dunque sostenere gli elementi di comando RAFI MICON 5, RACON 8, RACON 12, KN 19, RF 15, RF 19 e RAFIX 22 FS.

A

A prova di circonvenzione

A prova di circonvenzione sono gli interruttori di arresto d’emergenza secondo EN 60947-5-5. A prova di circonvenzione significa che all’azionamento da parte di un accumulatore di forza viene raggiunto un punto in cui l’azionamento del componente non può essere revocato.

AIAG

AIAG Automotive lndustry Action Group (associazione dell’industria automobilistica americana): organizzazione delle case automobilistiche Ford, DaimlerChrysler e GM, che si occupa dello sviluppo di standard, direttive ed aspettative verso i fornitori unitari.

Anreihbare Gehäuse

Alloggiamenti in fila Dispositivi di comando con un collare sull’alloggiamento, disponibile in struttura quadrata, permettono di realizzare un pannello di comando configurabile senza spazi vuoti. Qui, fra gli alloggiamenti dei rispettivi elementi di azionamento non esistono interstizi. Essi permettono di evitare depositi di sporcizia..

AOI

Automatic Optical Inspection (ispezione ottica automatica)

AP

Advanced Purchasing: organizzazione di acquisto che segue gli acquisti già dall’inizio della serie.

Apertura forzata EN IEC 60947-5-1

appendice K Descrive il movimento meccanico di un contatto normalmente chiuso che garantisce che il contatto si apra quando l’elemento di azionamento si trova nella rispettiva posizione di aperto.

Apertura di incasso

Sagomatura tonda o quadrata nel pannello frontale per la dotazione di componenti RAFI. Le aperture di incasso sono in parte normate secondo EN 60 947-5-1

Approvazione ENEC

Marchio di controllo europeo per interruttori di apparecchi secondo IEC 61058-1. Questa approvazione europea sostituisce tutti i marchi di controllo nazionali in Europa, come ad es. VDE, SEV, ÖVE, DEMKO, SEMKO, NEMKO, FEMKO e KEMA. Molti prodotti RAFI sono già stati omologati secondo questa procedura di omologazione, altri sono in preparazione. Spiegazioni sui dati ENEC Esempio: 25 T 85 (70) significa: - temperatura inferiore: - 25 °C - temperatura superiore: + 85 °C (senza lampada) - temperatura superiore: + 70 °C (con lampada)

APQP

Advanced Product Quality Planning (and Control Plan): Pianificazione del prodotto e della qualità e Control Plan. Parte delle misure prescritte nella QS-9000 relativamente all’assicurazione della qualità.

AQE

Advanced Quality Engineer: dipendente del reparto di assicurazione della qualità del fornitore, è responsabile per il rispetto della qualità da parte del fornitore e per i rispettivi processi presso i fornitori.

Arco voltaico di commutazione

Si crea all’accensione e allo spegnimento e influisce negativamente sulla durata elettrica di funzionamento.

Arco voltaico

Scarica ad automantenimento fra due elettrodi

Arresto d’emergenza

Arresto d’emergenza Gli interruttori d’arresto d’emergenza (EN 60947-5-5) sono azionatori rilevanti ai fini della sicurezza con funzione meccanica di arresto stabile. Gli interruttori di arresto d’emergenza possono essere utilizzati per la funzione di arresto d’emergenza secondo IEC EN 13850 e attivare diverse categorie di arresto (a seconda dell’applicazione di sicurezza). Secondo la direttiva per macchine valgono i seguenti criteri: un interruttore di arresto d’emergenza - deve essere sempre disponibile - un unico azionamento deve provocare uno spegnimento senza alcun ritardo (fermata) - il resettaggio dell’elemento di azionamento per arresto d’emergenza non deve causare la ripartenza - l’elemento di comando deve innestarsi in posizione stabile - deve essere contrassegnato in maniera univoca (rosso/giallo). Le istruzioni per l’uso originali si trovano a pagina 6-16 e seguenti.

ASL

Approved Supplier List (elenco dei fornitori abilitati): una Approved Supplier List (ASL) è l’elenco dei fornitori abilitati da parte di un’azienda. In questa lista vengono inseriti fornitori che vengono verificati da diversi punti di vista da parte dell’ufficio acquisti o del reparto di gestione fornitori e che soddisfano dei determinati standard dal punto di vista della qualità, della capacità di fornitura e dei termini di consegna, come anche dell’intensità dei costi. L’iscrizione alla ASL di un’azienda globale e rinomata può significare uno stato di eccellenza che il fornitore può fare valere nell’ambito della concorrenza con altre aziende.

Attrezzo

Strumento ausiliario per il montaggio

AVSQ

Anfina Valuatione Sistemi Qualita: Qualitätsmanagementsystem der italienischen Automobilindustrie, vergleichbar mit der QS-9000 ist heute Bestandteil der ISO/TS 16949. (ital.: Associazione nazionale die Valutatori di Sistemi Qualita)

AWG – American Wire Gauge

Contrassegno per lo spessore ed il diametro di fili e di conduttori

Azionamento per potenziometro

Elemento di azionamento di dispositivi di comando per l’azionamento di potenziometri

B

Boccole distanziatrici

permettono di ottenere una distanza ben definita fra il pannello frontale e il circuito stampato (ad es. 9,2 mm - spessore del pannello anteriore = altezza delle boccole distanziatrici)

Brasatura ad onda

normato nella E DIN EN 60068-2-20 per la brasatura senza e con piombo

Brasatura Reflow

Con brasatura Reflow si intende un processo di saldatura a dolce per elementi SMT. In essa, tramite l’effetto di calore (tramite infrarossi, fase di vapore, laser o radiatore termico) viene fusa una pasta di brasatura applicata ad un circuito stampato/platina e poi indurita mediante successivo raffreddamento, creando così il collegamento con l’elemento costruttivo.

C

Calotta del fungo

La superficie di azionamento del pulsante a fungo

Calotta

Parte di un pulsante che entra a contatto diretto con l’operatore. Le calotte segnalano, tramite diversi colori codificati, il significato dell’inserimento.

Camera di comando

è la zona schermata tutt’intorno ad un contatto di commutazione

Campo luminoso

Componenti per la trasmissione ottica di segnali per la visualizzazione di stato in pulsanti ad incasso (RG 85 III, RF)

Schaltvermögen

Capacità di commutazione Indicazione sulle correnti di esercizio nominali (Ie) in funzione della tensione di esercizio nominale (Ue)

Cappuccio dei tasti

Superficie di azionamento visibile di un tasto, amovibile, con possibilità di dicitura, opaca, traslucente o trasparente

Categorie di utilizzo secondo IEC 60947-5-1 [120 -230V]

Categorie di utilizzo secondo IEC 60947-5-1 [120 -230V] Corrente alternata [AC]: AC-12 Comando di carichi ohmici e carichi di semiconduttori in circuiti di ingresso di optoaccoppiatori AC-13 Comando di carichi di semiconduttori con separazione da trasformatore AC-14 Comando di piccoli carichi elettromagnetici (< 72 VA) AC-15 Comando di carichi elettromagnetici (> 72 VA) Corrente continua [DC]: DC-12 Comando di carichi ohmici e di carichi di semiconduttori in circuiti di ingresso di optoaccoppiatori DC-13 Comando di carichi elettromagnetici DC-14 Comando di carichi elettromagnetici con resistenze di risparmio nel circuito di corrente

CCC

Il certificato CCC (China Compulsory Certificate) è il certificato obbligatorio cinese per diversi gruppi di prodotto, soprattutto per i prodotti elettrotecnici. I prodotti soggetti ad obbligo di certificazione possono essere importati e venduti in Cina solo dopo che il prodotto ha superato la certificazione CCC.

Chiave di fissaggio

Attrezzo di montaggio per un montaggio ottimale del componente

Cicli di commutazione EN IEC 61058-1

Definisce il completo cambio di uno stato di commutazione sino indietro nella posizione di partenza.

Cinghia blister

imballaggio senza fine prodotto tramite imbutitura con nastro di copertura trasparente per il convogliamento automatico dei componenti per macchine automatiche di dotazione SMT

Classe di protezione IEC 61058-1

Classe di protezione 1: con collegamento per conduttore di protezione, Classe di protezione 2: isolamento di protezione (doppio isolamento) Classe di protezione 3: bassa tensione di protezione

Classe di protezione

vedere la tabella nel glossario a pagina 6-14

Classe di reazione al fuoco / Classe di protezione da fuoco

Determina l’infiammabilità del prodotto, per dettagli vedere la tabella nel glossario a pagina 6-12.

CE-Kennzeichen

Kennzeichnung für Geräte, die der europäischen Niederspannungsrichtlinie entsprechen. Das CE-Zeichen besagt, dass das gekennzeichnete Gerät allen maßgeblichen Anforderungen und Vorschriften entspricht. Siehe auch Glossar-Tabelle S. 6-12.

Click-Schnellbefestigung

zur frontseitigen Bestückung von Drucktastern (LUMOTAST FK, LUMOTAST 25)

Collare

è l’alloggiamento di un elemento di azionamento

Collegamenti a connettore piatto

Punti di contatto statici per il collegamento di componenti con capocorda (cavo)

Collegamenti

Indica come un interruttore è collegato ad un circuito o ad un apparecchio che comanda. Esistono collegamenti a vite, collegamenti brasati, pin per il montaggio di circuiti stampati, cavetti, collegamenti Wire-Wrap e una grande selezione di connettori, spinotti e boccole. I collegamenti sono dei contatti quiescenti per creare il contatto fra componenti RAFI e cavi, circuiti stampati, ecc. I contatti quiescenti possono essere eseguiti in versione risolubile (a vite, a innesto, a molla, a gabbia ecc.) e in versione indissolubile (brasati, saldati ecc.).

Collegamento a vite

Contatto statico come collegamento di un conduttore (tramite vite) per l’integrazione di componenti in circuiti di corrente.

Collegamento ad innesto

Contatto statico come collegamento di un conduttore (linguetta piatta ad innesto per capocorda) per l’integrazione di componenti in circuiti di corrente.

Collegamento brasato (e sim.) IEC 61058-1

Punto di contatto di un componente per il collegamento a circuiti stampati tramite saldatura a dolce/brasatura.

Collegamento Gullwing

Collegamento brasato piegato verso l’esterno per elementi SMT

Colori codificati secondo IEC/EN 60073, IEC 60204 (VDE 0113 Parte 1)

rosso – caso di emergenza (avviso da possibile pericolo -> necessita di intervento immediato) giallo – situazione anomala (stato critico) verde – situazione normale (visualizzazione di condizioni di esercizio sicuri) blu – situazione obbligatoria (intervento necessario) bianco – nessun significato specifico grigio – nessun significato specifico nero – nessun significato specifico (vedere anche la tabella a pagina 6-10 e segg.)

Commutatore Contatto

normalmente aperto e contatto normalmente chiuso meccanicamente collegati con stesso potenziale

Contatti argentati (contatto Ag)

Leghe di argento o di argento-nichel vengono solitamente utilizzate per comandare potenze maggiori/uguali a 1 W e tensioni maggiori/uguali a 12 V.

Contatti di commutazione

I contatti di commutazione hanno il compito di accendere circuiti di corrente, di condurre correnti, di spegnere circuiti di corrente e di garantire l’isolamento in caso di circuiti di corrente aperti.

Contatti

I contatti vengono suddivisi in contatti statici o in contatti dinamici. I contatti statici possono contenere sia collegamenti risolubili che indissolubili (collegamenti a vite, brasati ecc.). I contatti dinamici vengono definiti, in caso di scorrimento di corrente, contatti di commutazione.

Contatto dorato

Contatti per l’azionamento di correnti e di tensioni di lieve entità (livello di segnale)

aperto (NA)

Contatto normalmente aperto (NA) Contatto che all’azionamento di un circuito di corrente si chiude (normally open)

chiuso (NC)

Contatto normalmente chiuso (NC) Contatto che all’azionamento di un circuito di corrente si apre (Normally Closed)

Contrassegnazioni

La contrassegnazione avviene come prescritto dalla direttiva sulla bassa tensione 72/33/CEE opp. la direttiva ;Contrassegno CE 93/68/CEE" nei fogli di accompagnamento, sull’imballaggio o sul prodotto.

Contrassegno - CE

Contrassegno per apparecchi conformi alla direttiva europea sulla bassa tensione. Il contrassegno CE indica che l’apparecchio contrassegnato è conforme a tutti i requisiti e a tutte le prescrizioni del caso. Vedere anche la tabella di glossario a pagina 6-12.

Coppia (Nm)

Valore indicante una forza che agisce su di un corpo girevole

Corrente d’esercizio nominale (Ie) IEC 60947-1

Corrente (A) che un dispositivo di comando è in grado di sopportare tenendo in considerazione la tensione d’esercizio nominale, la durata di esercizio, la categoria di utilizzo e la temperatura ambiente.

Corrente di accensione

Corrente che scorre direttamente dopo l’accensione e che può essere un multiplo della corrente nominale che scorre successivamente.

Corrente nominale continuativa (Ithe) IEC 60947-1

Corrente (A) che un apparecchio è in grado di condurre durante l’esercizio continuativo (settimane, mesi, anni).

Corrente termica convenzionale Ith EN IEC 60947-5-1

Corrente massima (A) che un dispositivo di comando può condurre per almeno 8 ore senza sovraccarico termico

Corsa di azionamento

corsa necessaria per l’inserimento di comandi in corrispondenza di pulsanti, pulsanti a fungo, arresti di emergenza ecc.

CSA

Canadian Standard Association – Ente di controllo canadese

CSA„NRTL/C“

Marchio di controllo per il Canada e gli USA, verificato presso CSA ai sensi della CSA C 22.2 14-M91 e della UL 508

CURus

di controllo per gli USA ed il Canada, verificato presso la UL ai sensi della UL 508 e della CSA C22.2 14-M91

D

Dado di fissaggio

per il fissaggio dell’apparecchio al pannello frontale

DFMEA

Design Failure Modes and Effects Analysis: FMEA di progettazione; viene applicata per riconoscere possibili difetti a livello di componente legati direttamente al processo di progettazione (cioè alla definizione delle caratteristiche del prodotto).

Dichiarazioni di conformità

Disponiamo di dichiarazioni di conformità per tutti i prodotti interessati e possono essere richieste in caso di necessità. In caso di richiesta, comunicateci l’esatto numero di ordinazione dei prodotti in questione.

Dicitura di prodotto

Dicitura di prodotto di elementi di comando vedere la tabella nel glossario a pagina 6-13

Dicitura

necessaria per poter riconoscere l’effetto del rispettivo segnale di ingresso o di uscita. Tecnologie di dicitura RAFI: - incisione - stampa in rilievo a caldo - stampa a tampone - iniezione a 2 componenti - dicitura laser - ecc.

Dimensione

di reticolo Definisce la distanza dal successivo componente adiacente di stesso tipo

Dispositivo di comando

Componenti per l’inserimento di comando in una macchina Costruttivamente, i dispositivi di comando sono eseguiti in maniera modulare. Essi sono composti da un elemento di azionamento e da un elemento di comando e permettono così una massima flessibilità nella scelta dei giusti componenti di inserimento.

Dispositivo di comando

Concetto generale per componenti singoli per l’apertura o la chiusura di circuiti di corrente

Distanza in aria EN IEC 60947-1, EN IEC 61058-1

Distanza più breve (mm) in linea d’aria fra componenti elettroconduttori

Doppia interruzione

tipo di contatto con due punti di separazione per i contatti di comando

Durata elettrica

Numero di cicli di commutazione di un componente con un carico elettrico definito.

Durata meccanica

Numero di cicli meccanici di azionamento di un componente

E

Elementi di comando

Sono elementi di contatto per l’apertura o la chiusura di circuiti di corrente. Gli elementi di comando possono contenere diverse camere di comando a potenziale zero

Elementi di visualizzazione

Componenti il cui compito è quello di portare un segnale all’operatore.

Elemento di azionamento

<span style="font-size: 11pt; line-height: 115%; font-family: Calibri, sans-serif; ">sono i componenti che vengono azionati meccanicamente dall’operatore Gli elementi di azionamento sono sempre posizionati sulla superficie della macchina.</span>

Elemento luminoso

Elemento colorato di visualizzazione per la segnalazione ottica di stati macchina in dispositivi di comando.

EMS

Electronic manufacturing services (produzione conto terzi di gruppi elettrici)

EMV / EMVG

compatibilità elettromagnetica: ai sensi della legge sulla compatibilità elettromagnetica (= EMVG) i componenti riportati nel presente catalogo sono “componenti elementari quali interruttori, lampade segnaletiche ecc.” e non rientrano dunque nel campo di applicazione della EMVG.

Error Proofing

Poka Yoke/ Controllo errori: sistema (metodo) per prevenire errori o per il rilevamento immediato di errori accidentali. L’espressione Poka Yoke significa, tradotta: Poka: l’errore accidentale ed involontario e Yoke: evitare, impedire, dunque nell’insieme: evitare errori accidentali - Error Proofing è l’espressione inglese di Poka Yoke, qualche volta viene usato anche il termine Mistake Proofing. Questa espressione significa, tradotta, evitare errori.

F

Fissaggio rapido

a scatto per il montaggio dal davanti di pulsanti (LUMOTAST FK, LUMOTAST 25)

FMEA

Failure Mode and Effects Analysis (Analisi degli effetti e delle modalità di errori): nella FMEA si tratta di rilevare il più presto possibile potenziali errori insiti nel processo di sviluppo, al fine di ottenere così una struttura costruttiva il più possibile robusta.

Forma del collare

Può essere realizzata in diversi tipi, le forme di collare più comuni sono quella tonda e quella quadrata.

Forza di azionamento Forza (N)

che deve essere esercitata sull’elemento di azionamento per poter eseguire l’azionamento previsto.

Funzione di arresto stabile

In caso di azionamento unico, il contatto rimane nella posizione di comando.

G

Ghiera frontale

Elemento di design nei dispositivi di comando RAFIX 22 FS+ e RAFIX 22 QR

Grado di imbrattamento DIN EN 60947-1

Fattore per le quantità di polvere, gas o sale elettroconduttori o igroscopici come anche per l’umidità dell’aria relativa che può causare la riduzione della resistenza alle tensioni di un dispositivo di comando. Il grado di imbrattamento viene descritto in quattro differenti stadi per definire le condizioni ambientali. Grado di imbrattamento 2: elettrodomestici, Grado di imbrattamento 3: industria, Grado di imbrattamento 4: applicazione esterna

Guarnizione a membrana arrotolabile

Guarnizione senza usura utilizzata per pulsanti

H

HMI

Human Machine Interface =Interfaccia/Punto di congiunzione uomo-macch

I

ICT

In-Circuit Test

IEC 60947-5-1

equipaggiamento elettrico di macchine Parte 1: requisiti generali: DIN EN 60204-1, VDE 0113, parte 1

IEC 60947-5-5

IEC 60947-5-1 Dispositivi di comando a bassa tensione Parte 5-1: centraline ed elementi di azionamento, centraline elettromeccaniche, DIN EN 60947-5-1, VDE 0660, parte 200

IEC 60204-1

equipaggiamento elettrico di macchine Parte 1: requisiti generali: DIN EN 60204-1, VDE 0113, parte 1

IEC 60529

IEC 60529 Classi di protezione tramite alloggiamento: DIN EN 60529, VDE 0470, parte 1

IEC 61058-1

Interruttore apparecchio, parte 1: Requisiti generali: DIN EN 61058-1, VDE 0630, parte 1

Illuminazione

serve alla trasmissione ottica del segnale in pulsanti luminosi, segnalatori luminosi, lampade segnaletiche, tasti ecc.. L’illuminazione può essere realizzata per mezzo di diversi elementi luminosi inseriti in parte in portalampade o tramite montaggio fisso.

Incisione

In questo laborioso processo, il simbolo desiderato viene inciso nel cappuccio di un tasto e poi colorato. Utilizzabile solo per piccoli lotti

Iniezione a 2 componenti

In questo processo, il carattere viene prodotto con una parte di plastica e poi circondato ad iniezione dalla rispettiva forma del cappuccio del tasto. Vantaggio: il carattere è collegato in maniera irrescindibile al cappuccio del tasto

Inserti scritti

In cappucci di tasti con inserti scritti intercambiabili (ad es. RAFIX 22 FLEX-LAB) è possibile stampare o incidere l’inserto scritto. Poiché questi inserti sono protetti dalla calotta, non può avvenire nemmeno alcuna usura per abrasione.

Interruttore a chiave di abilitazione

con differenti chiavi, permettono di realizzare diverse funzioni/posizioni di comando

Interruttore a chiave

Elemento di azionamento con assegnazione di autorizzazione La chiave viene utilizzata come elemento di azionamento. In interruttori a chiave, RAFI utilizza esclusivamente cilindri serratura di rinomati produttori di impianti di chiusura. Gli interruttori a chiave sono sistemi meccanici aperti che, a seconda delle condizioni ambientali, richiedono determinate manutenzioni da parte del gestore. Per la giusta manutenzione rimandiamo alle indicazioni dei nostri fornitori.

Interruttore girevole

Un interruttore girevole è uno speciale pulsante ad incasso che viene utilizzato per impostare stati di commutazione per mezzo di un movimento meccanico rotatorio. Diversi stati di commutazione vengono realizzati attraverso l’abbinamento a determinati angoli di rotazione.

Interruttore Viene

usato spesso come concetto generale per componenti elettrotecnici di comando. Al contrario dei pulsanti, gli interruttori dopo il loro azionamento rimangono nella loro posizione attuale. Per sbloccarli essi devono essere nuovamente azionati.

Interruttori a bilancino

Sono elementi di azionamento che tramite la posizione della levetta segnalano la posizione di comando

ISO/TS 16949

International Standard Organisation/ Technical Specification Nr 16949: è una specifica tecnica che descrive, in abbinamento alla ISO 9001:1994, i requisiti ai sistemi di qualità di fornitori per l’industria automobilistica. La ISO/TS 16949 è stata creata dalla International Automotive Task Force (IATF) per tutti gli OEM partecipanti a livello globale. Si tratta di un predecessore di una futura norma, della cosiddetta “Specifica tecnica”.

J

JEDEC

Abbreviazione per Joint Electron Device Engineering Council. La JEDEC Solid State Technology Association (abbreviata JEDEC) è un’organizzazione statunitense per la standardizzazione di semiconduttori. Essa è fra l’altro responsabile per la definizione di standard di brasatura vincolanti (esempio: lo standard di brasatura JEDEC 20D conforme a RoHS).

JiT

Just in Time

K

KN 19

Interruttore di rete a corsa breve per sistemi di inserimento piatti, altezza costruttiva RAFI KN 19: 9,2 mm

KPC

Key Product Characteristic (caratteristica chiave di prodotto): una caratteristica chiave di prodotto è una particolare contrassegnazione di una caratteristica riportata sul disegno. Si può trattare sia di un valore dimensionale che dell’indicazione di un particolare materiale, o di una rispettiva classe di purezza (definizione di contaminante residuo). Le indicazioni più dettagliate sulle caratteristiche utilizzate possono differire notevolmente fra un OEM e l’altro. (La maggior parte possono essere ritrovate come abbreviazione in i-Qpedio.)

L

Lampada ad incandescenza

Lampada la cui luce viene generata da un filamento ad incandescenza riscaldato. Per evitare che il filamento bruci, esso è circondato da un vuoto.

Lampada a scarica

Lampada la cui luce viene creata da scariche elettriche in gas diluiti. I vantaggi nel suo uso sono il ridotto calore dissipato, l’elevata durata e l’elevata resistenza agli urti.

Lampada

È un corpo luminoso con fonte luminosa artificiale finalizzato all’illuminazione.

Lampade segnaletiche

Sono componenti il cui compito è quello di segnalare a macchine stati di processo tramite un segnale ottico.

Lampadine

Denominazione per componenti elettrici che generano luce.

LCR

Lean Capacity Rate: il risultato richiesto quotidianamente ad un processo.

Lente di diffusione

È una lente che diffonde un segnale luminoso in differenti direzioni. Le lenti di diffusione vengono utilizzate in lampade segnaletiche per il riconoscimento ottico da distanza e non possono essere dotate di dicitura.

LED

Diodo ad emissione luminosa, che serve fra l’altro alla visualizzazione dello stato del segnale. I LED possono essere fatti funzionare sia con corrente continua (DC) che con corrente alternata (AC).

LUMOTAST

LUMOTAST Nome commerciale per serie di pulsanti RAFI, che vengono offerti come monoelementi da oltre 35 anni. Fanno parte delle attuali serie LUMOTAST: LUMOTAST FK, LUMOTAST 22, LUMOTAST 25, LUMOTAST 75

LUMOTAST FK

È una serie di pulsanti e segnalatori luminosi montabile dal davanti con collegamento a cavo piatto.

LUMOTAST 22

Tasto di arresto d’emergenza montabile dal davanti

LUMOTAST 25

È una serie di pulsanti e segnalatori luminosi montabile dal davanti con collare da 25 x 25 mm e collegamento a cavo piatto.

LUMOTAST 75

È una serie di pulsanti e segnalatori luminosi montabile dal davanti, utilizzabile sino a tensioni di 250 V.

M

Materiali plastici

Per alloggiamenti, cappucci dei tasti e calotte vengono utilizzati esclusivamente sostanze termoplastiche o duroplastiche con caratteristiche elettriche elevate, alta resistenza all’urto e alta resistenza alla temperatura. Per la protezione superficiale del contatto e dei pezzi di collegamento non utilizziamo Cadmio, utilizziamo solamente materiali plastici senza Cadmio e nessun materiale di riempimento contenente amianto. I materiali plastici con e senza Cadmio possiedono gli stessi dati tecnici. L’equivalente qualità viene confermata dai produttori. Un limite è posto all’uguaglianza cromatica. Essa è riconoscibile caso per caso tramite controllo visivo. In generale, la differenza è però solo riscontrabile tramite misurazione.

Materialien

Vedere alla voce “Materiali plastici”

Momentaneo

Trasmissione di impulso solo in caso di azionamento – Il circuito di corrente viene chiuso o aperto sino a che l’azionamento perdura.

Monoelemento

Elemento completo, composto da un elemento di azionamento e da un elemento di comando

Montaggio ad una mano

Durante il montaggio, l’elemento di azionamento da dotare viene tenuto fermo nell’apertura di incasso dalla guarnizione integrata per iniezione. In questa maniera, tutti gli elementi di azionamento possono essere premontati dal davanti anche in presenza di leggere vibrazioni. Successivamente è possibile effettuare il passo di montaggio conclusivo del fissaggio della ghiera filettata senza dover tener fermi i componenti.

Montaggio senza attrezzi

Processo di montaggio eseguibile senza la necessità di strumenti ausiliari.

Morsetto a gabbia

Contatto statico come collegamento di un conduttore (con telaio a gabbia raggruppante ed elettroconduttore) per l’integrazione di componenti in circuiti di corrente.

Morsetto a molla

Contatto statico come collegamento di un conduttore (tramite molla autobloccante) per l’integrazione di componenti in circuiti di corrente.

N

Nasello antirotazione

È una prominenza per il posizionamento di elementi di azionamento. Le aperture di incasso secondo IEEC 60 947-5-1 possiedono questa scanalatura.

Norma Viene

descritta come una regola generalmente riconosciuta.

NPI

New Product Introduction (introduzione a nuovo prodotto)

O

OEM

Original Equipment Manufacturer: produttore di pezzi originali Questo produttore produce su ordine del costruttore di automobili pezzi che possono essere montati nei veicoli in qualità di pezzi (di ricambio) originali. Delimitazione dei pezzi rispetto alle riproduzioni senza licenza, che in caso di dubbio possono condurre a difficoltà o al decadimento della garanzia.

OFI

Opportunities for Improvement (possibilità di sviluppo): Audit = raccomandazioni

Opaco

Struttura di materiale che non lascia passare la luce, usata in parte nel caso di calotte colorate di pulsanti (vedere anche la definizione di trasparente e traslucente)

P

Percorso di traccia EN IEC 60947-1, IEC EN 61058

Descrive la distanza più breve (in mm) fra due componenti elettroconduttori sulla superficie di un materiale isolante.

PFC

Process Flow Chart (Diagramma di flusso di processo)

PLC

Product Life Cycle (Produktlebenszyklus): Der Produktlebenszyklus beschreibt den Werdegang eines Produkts von der ersten Idee über die Entwicklung und den Test bis hin zur Serienproduktion und den zum Schluss folgenden Auslauf des Produkts. Andere Abkürzungen: PLCM (Product Life Cycle Management), PLM (Produktlebenszyklusmanagement).

Pomello Manopola

su un selettore per permetterne l’azionamento tramite rotazione

Porta LED Elemento luminoso a LED

specifico per dispositivi di comando RAFIX 22 FS in caso di utilizzo di elementi di azionamento con collegamento ad innesto.

Portalampada

Sono elementi che sono in grado di reggere un elemento luminoso normato con zoccolo.

Portalampada ad incasso

Portalampade per il montaggio di lampade ad incandescenza con zoccolo e LED

PPAP

Production Part Approval Process (processo di accettazione di componenti per la produzione): PPAP (abilitazione di pezzi di serie) opp. PPF (abilitazione del processo di produzione e del prodotto) è un processo in cui dei pezzi di serie vengono analizzati e campionati prima della partenza della produzione in serie. Questa procedura deriva dall’industria automobilistica, e si tratta della qualità dei componenti forniti - ciò significa che i pezzi provenienti dagli attrezzi di serie o dai processi di serie devono corrispondere ai disegni. Esiste una suddivisione secondo diversi livelli (stadi di modello) della campionatura. PPAP possiede complessivamente 5 Submission Level (il PPF ne possiede 3).

Profondità di incasso

Posto necessario ai componenti RAFI dietro al pannello frontale. Nella profondità di incasso viene sempre incluso anche lo spessore variabile del pannello frontale.

Prova al filamento incandescente

secondo IEC 60695-2 La temperatura di prova di 850 °C significa che questi prodotti possono essere impiegati in apparecchi idonei ad un funzionamento non supervisionato e continuativo.

Pulsante a doppia

pressione due pulsanti di inserimento separati per un’unità di comando

Pulsante a fungo

Sono pulsanti con superficie di azionamento maggiorata.

Pulsante

Elemento di comando quale emettitore di impulso che in caso di azionamento chiude un circuito di corrente (o lo apre). Dopo l’azionamento, il circuito di corrente viene nuovamente aperto (o chiuso)

Pulsante

I pulsanti sono elementi di azionamento che vengono azionati tramite pressione. I pulsanti possono possedere una funzione di azionamento momentanea o stabile.

Pulsante luminoso

Pulsanti illuminabili per la trasmissione ottica di segnali

Pulsanti a corsa breve

Pulsanti elettromeccanici con una corsa di max. 1 mm, che offrono un netto feedback tattile lungo tutta la loro corsa di azionamento.

Pulsanti a corsa lunga

Pulsanti elettromeccanici con una corsa da 1 a 5 mm, ottimizzati per un inserimento veloce dei dati.

Punteria di prolunga

Accessorio per pulsanti a corsa breve che serve per ottimizzare la superficie di azionamento dal punto di vista delle diverse grandezze ed altezze costruttive.

Punto di commutazione

Posizione nella procedura di commutazione in cui il contatto chiude o apre.

Q

QAA

Quality Assurance Agreement

QSA

Quality System Assessment: parte delle misure prescritte nella QS-9000 relativamente all’assicurazione della qualità.

QSV

Accordo sull’assicurazione della qualità

R

R@R

Run at Rate (Significant Production Run): andamento della produzione giornaliera - Parte integrante dell’APQP (Advanced Product Quality Planning). Durante il Run@Rate viene controllato se le macchine e gli impianti sono in grado di produrre le quantità giornaliere programmate. (Anche: Production Trial Run)

Raccomandazione di colore secondo EN 60 204-

vedere la tabella nel glossario a pag. 6-10 e segg

RACON 8

Pulsante a corsa breve RAFI di forma quadrata con una lunghezza dei lati di 8 mm e con sistema di contatti dorati a tenuta

RACON 12

Pulsante a corsa breve RAFI di forma quadrata con una lunghezza dei lati di 12 mm e con sistema di contatti dorati a tenuta

RAFIX 16

È una completa serie di dispositivi di comando per aperture di incasso di 16,2 mm.

RAFIX 16 F

È una serie di dispositivi di comando di design di esecuzione particolarmente piatta.

RAFIX 22 FS+

È una serie di dispositivi di comando per aperture di incasso di 22,3 mm. Caratteristiche particolari della serie sono: - ridotta profondità di incasso - facilità di montaggio - compatibilità con pulsanti a corsa breve

RAFIX 22 QR

È una completa serie di dispositivi di comando per aperture di incasso di 22,2 mm.

RAFIX 30 FS+

È una serie di dispositivi di comando per montaggio piatto con diametro di incasso di 30 mm, basata sulla tecnologia RAFIX FS.

RAFIX

È il nome commerciale di serie di dispositivi di comando RAFI. Il marchio RAFIX esiste da oltre 40 anni. Fanno parte dell’attuale generazione RAFIX le seguenti serie: RAFIX 16, RAFIX 16 F, RAFIX 22 FS+, RAFIX 22 QR, RAFIX 30 FS, RAFIX FSR

RAFIX FSR

È una serie di dispositivi di comando per applicazioni intense, basata sulla tecnologia RAFIX FS.

RASI

Responsible, Approve, Support, lnform: elencazione tabellare in cui viene contrassegnato quale reparto è responsabile, chi emette l’autorizzazione finale, chi deve essere di aiuto e quale reparto deve essere informato

REACH

Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemicals:decreto UE per la registrazione, la valutazione, l’omologazione e la limitazione di sostanze chimiche

Resistenza agli urti

Descrive la caratteristica di un dispositivo di comando di superare movimenti d’urto impulsivi senza effetto sullo stato di esercizio e senza subire danni meccanici

Resistenza ai picchi di tensione nominale (Ui) IEC 60947-1

Valore per la resistenza all’interno di un dispositivo di comando rispetto a picchi di sovratensione nominali (kV)

Resistenza al calore di brasatura

Definizione del tempo e della temperatura massimi ammessi di brasatura durante la realizzazione di un collegamento brasato di componenti con punto di collegamento per brasatura. THT: IEC 600 68-2-2; SMT: IEC 600 68-2-58

Resistenza climatica

Temperatura massima ammessa e campo di umidità dell’aria

Resistenza di contatto

Valore di resistenza fra contatti chiusi (resistenza di vicinanza, resistenza da strato esterno ecc.)

Resistenza di isolamento IEC 60093

Resistenza (kΩ, MΩ) fra diversi poli di un contatto elettromeccanico e componenti sotto tensione.

Resistenza ESD

Resistenza alle tensioni (kV) di un componente in caso di carica statica

RF 15

Serie di pulsanti a corsa breve di forma quadrata con una lunghezza dei lati di 15 mm con contatti in argento o oro, come anche numerose varianti di illuminazione integrata.

RF 19

Serie di pulsanti a corsa breve di forma quadrata con una lunghezza dei lati di 19 mm con contatti in argento o oro, come anche numerose varianti di illuminazione integrata.

RG 85 III

Sistema a corsa breve modulare per cabine di ascensori, terminali di informazioni, dispositivi di distribuzione automatica, ecc. Fanno parte della serie RG 85 III pulsanti, quadri luminosi e interruttori a chiave.

RK 90

Sistema standard di cappucci dei tasti per l’uso con i pulsanti a corsa breve RAFI

RMA

Return Merchandise Authorization

RoHS

Restriction of Hazardous Substances: è un decreto UE per la limitazione dell’utilizzo di determinati materiali in apparecchi elettrici ed elettronici.

RS 74

Serie di pulsanti a corsa lunga con corsa di azionamento di 2,5 mm

RS 76

Serie di pulsanti a corsa lunga con corsa di azionamento di 4 mm

S

Segnalatore luminoso

Lampada segnaletica che segnala uno stato tramite accensione o spegnimento.

Selettore con manopola girevole lunga

Selettore con una manopola di dimensioni maggiori, ad esempio per l’uso con guanti

Selettore

I selettori sono elementi di azionamento per l’azionamento mirato. I selettori vengono azionati tramite rotazione e offrono, inoltre, un’indicazione univoca della posizione di comando.

SMT (Surface Mounted Technology)

Componenti idonei per SMT (Surface Mounted Device) possiedono una superficie di collegamento che si presta alla brasatura. Essi vengono brasati direttamente sulla superficie di un circuito stampato.

SOP

Start of Production/ Start of Pilot: 1. Start of Production:denominazione comune nell’industria per l’avvio della produzione di serie. 2. Start of Pilot: internamente alla GM questa abbreviazione significa, a causa di una denominazione in un sistema di distinte base, Start of Pilot. L’avvio della produzione viene abbreviato alla GM con SO

SQA

Supplier Quality Assurance (Lieferanten-Qualitätssicherung): assicurazione della qualità per pezzi esterni. Reparto negli stabilimenti responsabile per l’assicurazione della qualità dei pezzi forniti/pezzi esterni

SQAM

Supplier Quality Assurance Manager (manager dei fornitori)

Stabile

In caso di azionamento unico, il contatto rimane nella posizione di comando

Stampa a tampone

Su richiesta del cliente, i cappucci dei tasti possono essere stampati anche con un colore a due componenti. L’abrasione di questo tipo di dicitura è relativamente alto. Questo tipo di stampa è idoneo per lotti medi.

Stampa in rilievo a caldo

La stampa in rilievo a caldo, denominata spesso anche stampa con pellicola di coniatura, trasferisce delle immagini di stampa predisposte sulla plastica da decorare mediante l’applicazione di pressione e di calore.

Superficie di sbarramento

È la zona intorno ad un componente di un circuito stampato nella quale non deve essere piazzato nessun altro componente.

T

Tappo

cieco copertura senza funzione attiva di aperture o fori per incasso

Tattilità

Caratteristica di azionamento percettibile

Tecnologia Hall

L’effetto Hall si presenta in conduttori elettrici in cui passa corrente e che si trovano in un campo magnetico, cosa che crea un campo elettrico perpendicolare rispetto alla direzione di flusso della corrente e rispetto al campo magnetico e che compensa la forza di Lorentz che agisce sugli elettroni. L’effetto Hall può essere utilizzato per finalità di azionamento e per la determinazione di posizioni. La tecnica di comando del RS 76C si basa su questa tecnologia.

Temperatura ambiente

Descrive la temperatura minima e massima ammessa (°C) in prossimità del componente.

Temperatura di immagazzinaggio

Campo di temperatura ammesso (°C) per l’immagazzinaggio di un apparecchio.

Temperatura di utilizzo

campo di temperatura ambiente ammesso durante l’esercizio

Tensione d’esercizio nominale (Ue) IEC 60947-1

È la tensione che insieme alla corrente d’esercizio nominale determina l’utilizzo di un apparecchio

Tensione d’isolamento nominale (Ui) IEC 60947-1

Tensione (V, kV) a cui si riferiscono i controlli di isolamento e i percorsi di traccia. La tensione d’esercizio nominale non deve essere maggiore della tensione d’isolamento nominale.

Tensione di rottura Tensione (V, kV)

necessaria per lasciare scorrere corrente attraverso un isolatore.

TES

Technical Equipment Specification:&nbsp;uno dei 7 manuali allora complementari della QS-9000. Esso descrive i requisiti supplementari che valgono per i produttori di utensili (Tooling) e di attrezzature di produzione (Equipment). È stato ritirato nel maggio 2007 dalla AIAG e non viene oggi dunque più applicato.

TFC

Team Feasibility Commitment: un modulo del processo AIAG APQP che deve essere presentato ad ogni Technical Review. In esso, il fornitore descrive come egli garantisce la producibilità del pezzo specificato.

THT (Through Hole Technology)

Durante il montaggio per innesto i componenti vengono fatti passare attraverso il circuito stampato e collegati con speciali processi di brasatura THT (brasatura ad onda, brasatura a mano).

Tolleranze

I nostri dati tecnici contengono in parte indicazioni su tolleranze. Tutte le tolleranze non indicate vengono calcolate secondo DIN ISO 2768 m-k.

Translucenza

Struttura di materiale diafano per un’illuminazione diffusa su tutta la superficie (parzialmente colorata)

Trasmettitori acustici

di segnale Unità di segnalazione con segnale acustico (PIEZO)

Transparent

Struttura di materiale diafano, in parte anche con miscelazione di colori, ad esempio nelle lenti di diffusione.

U

UL

Underwriters Labratories (ente di collaudo statunitense)

Unità di misura

Tutte le indicazioni dimensionali contenute nel catalogo sono in mm. Per le tabelle di conversione fra diverse unità di misura vedere il glossario a pagina 6-13.

V

VDE

Verband Deutscher Elektrotechniker (organizzazione di controllo tedesca)

Vecchi prodotti

Nel presente catalogo presentiamo il programma di fornitura attuale RAFI. Gli articoli appartenenti ai programmi più vecchi sono per la maggior parte ancora disponibili. Rivolgetevi in caso di necessità ai vostri noti interlocutori responsabili della distribuzione.

W

Wahlschalter

sind Betätigungselemente zur gezielten Betätigung. Wahlschalter werden durch Rotation betätigt und bieten darüber hinaus eine eindeutige Schaltstellungsanzeige.

Wahlschalter langer Drehgriff

Wahlschalter mit einem größeren Griff, beispielsweise für Bedienung mit Handschuhen

Wechsler

mechanisch verbundener Schließer- und Öffnerkontakt mit einem gemeinsamen Potenzial

Werkzeuglose Montage

ohne Hilfsmittel ausführbarer Montageprozess

Z

IL VOSTRO CONTATTO

RAFI GmbH & Co. KG

Ravensburger Str. 128–134
D-88276 Berg/Ravensburg
Tel.: +49 751 89-0
Fax: +49 751 89-1300